Sprung zur Navigation. Sprung zum Inhalt.

  English
  Spanish
  French
  German
 
  Turkish
  Polish

Karlsruhe: Benvenuti

Le più importanti norme di circolazione per ciclisti

Norme fonda­men­tali
La parte­ci­pa­zione al traffico stradale richiede costante prudenza e attenzione reciproca. Ogni persona coinvolta nel traffico stradale deve compor­tarsi in modo che nessuno venga danneg­giato o messo in pericolo, né impedito o disturbato in misura superiore a quella inevi­ta­bile a causa delle circo­stanze.

 

Ulteriori informazioni sul tema

expat-karlsruhe

Guida sicura della bicicletta

Caschi per ciclisti

Parcheggi per biciclette

 

Esempi di ulteriori possibilità per ciclisti

Sentiero pedonale utilizzabile dai ciclisti

I sentieri pedonali contras­se­gnati, oltre che dal segnale 239 (pedoni) anche dal segnale "Radfahrer frei (libero per ciclisti)" possono essere utilizzati anche dai ciclisti. Questi ultimi, però, devono fare molta attenzione ai pedoni e possono andare solo a passo d'uomo. Tali sentieri sono una possi­bi­lità offerta ai ciclisti, ma non c'è alcun obbligo di utilizzo.

Corsia ciclabile

Il segnale stradale blu con il simbolo della bicicletta in bianco (segnale 237) indica anche la corsia ciclabile. Con ciò si intende una parte della strada dedicata alle biciclette e marcata sulla corsia. Per chiarezza il simbolo è spesso presente anche come pitto­gramma sulla corsia ciclabile, che può anche essere colorata di rosso.

Corsia protettiva

La corsia protettiva è una parte della strada separata dal resto della corsia da una linea discon­ti­nua, destinata alla circo­la­zione delle biciclette. A differenza delle corsie ciclabili, le corsie protettive non sono segnalate in modo parti­co­lare e possono essere utilizzate anche da veicoli più larghi. Le corsie protettive si trovano sempre al margine destro della corsia e quindi, a causa dell'obb­ligo di viaggiare a destra, nel tratto indicato devono essere utilizzate obbli­ga­to­ria­mente.

Linea di arresto avanzata per biciclette

Per il traffico ciclistico, ai semafori può esserci una seconda linea di arresto con uno spazio per fermarsi con la bicicletta davanti al traffico motoriz­zato. La linea di arresto avanzata dà la possi­bi­lità al traffico ciclistico, mentre il semaforo è rosso, di arrestarsi in sicurezza davanti al traffico motoriz­zato. In questo modo si ha una buona visibilità e contri­buisce in buona misura a evitare conflitti tra i ciclisti che girano a sinistra e i veicoli che contem­po­ra­ne­a­mente proseguono dritto.

Strada a senso unico, utilizzabile dai ciclisti in entrambi i sensi di marcia

Nelle aree con limite di velocità di 30 km/h le strade a senso unico possono essere percorse dai ciclisti in entrambi i sensi di marcia a deter­mi­nate conizioni. I segnali che indicano tali vie sono quelli di "senso unico" (all'i­ni­zio della via) e di "divieto di accesso" (alla fine della via), con i segnali aggiuntivi "Radfahrer in beiden Richtun­gen" (ciclisti in entrambe le direzioni) o "Radfahrer frei" (libero per ciclisti). Negli incroci o negli sbocchi senza una via con precedenza, ha la precedenza chi viene da destra.

Strada ciclabile

L'inizio e la fine delle strade ciclabili sono indicate dal segnale stradale 244/244a.

  • Sulle strade ciclabili valgono le norme relative all'u­ti­lizzo delle corsie, con le seguenti parti­co­la­rità:
  • i conducenti di altri veicoli possono utilizzare le strade ciclabili soltanto se è presente un ulteriore segnale che lo consente;
  • tutti i veicoli non devono superare la velocità di 30 km/h;
  • non è consentito mettere in pericolo né ostacolare i ciclisti. Se necessario i conducenti del traffico motoriz­zato devono diminuire ulterior­mente la velocità.
  • I ciclisti possono viaggiare anche uno accanto all'altro.

Comportamento da tenere sulle strisce zebrate

Sulle strisce zebrate i veicoli devono permettere di attra­ver­sare la strada ai pedoni che danno segno di volerle utilizzare. Questa dispo­si­zione di legge non vale per i ciclisti. Si può passare sulle strisce zebrate con la bicicletta, ma non si ha la precedenza sopra descritta. I ciclisti che scendono dalla bicicletta e la spingono in questo caso sono consi­de­rati pedoni.

I ciclisti della foto non hanno la prece­den­za!